Il Corso - Informazioni Generali

Date: 24 – 26 novembre 2017
Scadenza invio candidature: 31 ottobre 2017
Sede di svolgimento del Corso: Monastero di San Nicolò, Venezia-Lido (Italia)
Coordinatore scientifico: Roberto Chenal, CEDU
Project Manager: Alberta Rocca, EIUC
Target / destinatari del corso: Avvocati, Magistrati, esperti giuridici presso ONG o altre istituzioni coinvolte sui temi della protezione dei diritti umani
Lingua del corso: Italiano

Introduzione

L’obiettivo del corso è di formare avvocati, giudici e operatori del diritto italiani interessati ad approfondire i meccanismi di protezione dei diritti fondamentali previsti dalla Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo (CEDU), con particolare riferimento alla procedura di ricorso individuale presso la Corte di Strasburgo. Il corso ha durata di 2 giorni e mezzo e coinvolge giuristi nazionali ed internazionali di grande esperienza sul tema tra i quali un giudice CEDU (TBC), i giudici di Cassazione Roberto Giovanni Conti (TBC) e Giovanni De Marzo, il Procuratore della Repubblica Francesco Cajani, il vice–cancelliere di sezione presso la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo Andrea Tamietti, i giuristi presso la CEDU Irene Biglino e Anthony Olmo, gli avvocati Anton Giulio Lana e Daniele Minotti (TBC), i professori Baldassare Pastore e Giovanni Ziccardi. L’avvocato Roberto Chenal, giurista presso la Corte di Strasburgo, sarà il coordinatore scientifico del corso.

Il corso prevede un’introduzione in plenaria nella mattina di Venerdì 24/11 ed una successiva divisione in 2 moduli tra cui i partecipanti dovranno scegliere al momento dell’iscrizione.

  • Il modulo “introduttivo” è dedicato ad un pubblico di avvocati/giuristi che si avvicinano alla materia per la prima volta. Questo modulo mira a fornire le conoscenze più importanti al fine della comprensione dei principi fondanti la giurisprudenza CEDU, l’esame della procedura innanzi la Corte, la disamina di alcuni tra i principali diritti tutelati dalla Convenzione, e prevede il coinvolgimento in un’esercitazione pratica che ripercorre le tappe della presentazione di un ricorso alla Corte. Sono infine previste alcune sessioni separate per giuristi civilisti e penalisti.
  • Il modulo “avanzato” è pensato per coloro che abbiano già una formazione di base in merito alla CEDU, grazie alla frequenza pregressa a corsi sul tema o ad altre esperienze professionali inerenti, e sarà improntato ad un maggior approfondimento e specializzazione. Ad innovare l’edizione di quest’anno vi sarà una tavola rotonda sul tema “Nuove Tecnologie e Diritti Umani” e l’introduzione, anche nel modulo avanzato, di alcune sessioni separate per giuristi civilisti e penalisti. Nella giornata conclusiva è prevista un’esercitazione pratica sul tema del ragionamento giuridico.

“Al termine del corso sarà rilasciato ai partecipanti un attestato di frequenza che darà titolo al riconoscimento di n. 14 crediti formativi da parte del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Venezia / Fondazione Benvenuti”