Il Corso - Informazioni Generali

Date: 18 – 20 Marzo 2016
Scadenza invio candidature: 29 Febbraio 2016
Sede di svolgimento del Corso: Monastero di San Nicolò, Venezia-Lido (Italia)
Coordinatore scientifico: Florence Benoît-Rohmer
Project Manager: Elisabetta Noli, EIUC Senior Project manager
Target / destinatari del corso: Avvocati, Magistrati, esperti giuridici presso ONG o altre istituzioni coinvolte sui temi della protezione dei diritti umani
Lingua del corso: Italiano

Introduzione

L’obiettivo del corso è di formare avvocati, giudici e operatori del diritto italiani interessati ad approfondire i meccanismi di protezione dei diritti fondamentali previsti dalla Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo (CEDU), con particolare riferimento alla procedura di ricorso individuale presso la Corte di Strasburgo. Il corso – per il quale è stato richiesto il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati di Venezia / Fondazione Benevenuti, dell’Unione Camere Penali Italiana e Camera Penale Veneziana, ed del Consiglio d’Europa - Ufficio di Venezia, ha durata di 2 giorni e mezzo e coinvolge giuristi nazionali ed internazionali di grande esperienza sul tema, tra i quali - in veste di coordinatrice scientifica - Florence Benoît-Rohmer, Professoressa di diritto internazionale presso l’Università di Strasburgo e Segretario Generale EIUC dal 2009 al 2015, e Vladimiro Zagrebelsky, Giudice Italiano presso la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo dal 2001 al 2010. Contribuiranno al corso anche gli esperti Roberto Chenal e Andrea Tamietti, Segretari Legali presso la Cancelleria della Corte, e l'Avv. e Prof. Anton Giulio Lana, Direttore dell'Osservatorio permanente della giurisprudenza della Corte europea dei Diritti dell'Uomo.

Il programma del seminario si concentra nella sua prima parte sulle sfide che si pongono dinnanzi alla Corte Europea e sulle condizioni di ammissibilità per la presentazione dei ricorsi individuali (competenza della corte, ricevibilità del ricorso, esaurimento dei ricorsi interni). Segue l’approfondimento su alcuni dei diritti sostanziali tutelati dalla Convenzione di maggiore rilievo per il quadro nazionale, nonché sulla giurisprudenza della Corte in merito. La formazione si conclude con un’esercitazione nel corso della quale i partecipanti verranno condotti nell’analisi di un caso specifico sia nei suoi aspetti sostanziali che procedurali.

Al termine del corso sarà rilasciato ai partecipanti un attestato di frequenza che darà titolo al riconoscimentodi n. 14 crediti formativi da parte del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Venezia.